• 24/06/2024

Asseprim: IA e imprese

 Asseprim: IA e imprese

Asseprim: IA, le imprese dei servizi professionali ci credono e investono

Il presidente di Asseprim Umberto Bellini: “Le nostre imprese utilizzano l’intelligenza artificiale e si stanno sempre più orientando a integrarla nel proprio business. Ne parleremo il 18 ottobre, per condividere best-practice e capire opportunità e criticità”

L’82% delle imprese dei servizi ritiene importante implementare soluzioni di IA per il proprio business, rispetto al 54% generale del terziario.

Inoltre, il 70% di imprese dei servizi si ritiene informato sul tema, a fronte del 48% di media generale delle imprese del terziario.

È quanto emerge, nell’elaborazione dei dati sui servizi alle imprese, dall’indagine di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza sull’impatto dell’intelligenza artificiale. Più della metà delle imprese dei servizi (52%) prevede di dedicare all’intelligenza artificiale almeno il 10% dei propri investimenti. Analisi predittiva e generazione di contenuti sono gli ambiti di principale interesse.

L’approccio delle imprese dei servizi professionali è molto ottimista circa il possibile utilizzo dell’IA in ambito lavorativo (69%): l’84% indica che farà risparmiare tempo, il 74% che permetterà di ottimizzare investimenti, il 73% che creerà nuove professionalità, il 55% addirittura si aspetta che l’IA renderà migliore la società.

Dal punto di vista delle criticità, il 50% teme che l’IA possa far perdere posti di lavoro, il 48% intravede una minaccia in termini di privacy e il 47% teme che possa sfuggire al controllo umano.

Attualmente il 58% delle imprese dei servizi già utilizza strumenti di IA: il 60% delle imprese usa l’IA per generare contenuti sul web, il 21% per analisi previsionali, il 12% utilizza Chatbot, il 4% usa l’intelligenza artificiale per campagne di e-mail marketing e pubblicità online.

Tra i vantaggi riscontrati efficienza/velocità (53%), risparmio di tempo e denaro (33%) e qualità del lavoro (16%).

Non mancano comunque gli ostacoli: mancanza di competenze (57%), preoccupazioni etiche (45%) dubbi sull’affidabilità (30%), mancanza di tempo (25%) e costi (20%) tra quelli rilevati.

“Il fatto che sempre più imprese dei servizi professionali stiano integrando l’intelligenza artificiale nel proprio business significa che ne intravedono il potenziale” commenta Umberto Bellini, presidente di Asseprim.

“Ma se da un lato i vantaggi possono essere notevoli, dall’altro – prosegue Bellini – bisognerà prestare molta attenzione alla sua regolamentazione nel pieno rispetto dei diritti e dei valori. Penso, ad esempio, alla tutela della privacy o al diritto d’autore. Diventa quindi fondamentale il ruolo di tutti gli attori in gioco, a partire dalle Istituzioni europee che hanno dato il via libera all’Artificial Intelligence Act, che entrerà in vigore tra il 2024 e il 2025”. Conclude Bellini: “Asseprim ha deciso di organizzare l’evento Intelligenza Artificiale al Servizio delle Imprese il 18 ottobre (Confcommercio Milano, Palazzo Castiglioni, corso Venezia 47, ore 14). Si tratta di un incontro aperto a tutti per comprendere come sta impattando l’Intelligenza artificiale sulle imprese che già la utilizzano, come ne cambia i modelli organizzativi e le competenze professionali”.

Fonte: Asseprim, Confcommercio Milano (sito web)

 

 

Leggi altro su Formazione e Impresa

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

La ricerca di personale a portata di clic

Bakeca.it, tra i 100 siti più visitati in Italia, è la soluzione ideale per trovare nuovi collaboratori.
Ogni giorno migliaia di persone navigano tra gli annunci presenti nella sezione Offerte di Lavoro, garantendo contatti e curricula alle imprese che stanno facendo attività di recruiting.
Una serie di servizi per le aziende completano l’esperienza di ricerca, fornendo preziosi dati e insight.

Leggi anche