• 28/11/2021

Giovani Confcommercio Milano e Amazon “accelerano” insieme con formazione pmi

 Giovani Confcommercio Milano e Amazon “accelerano” insieme  con formazione pmi

Nell’ambito del programma di formazione “Accelera con Amazon”, al via il bootcamp dedicato ai giovani imprenditori del terziario

Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza e Amazon annunciano l’accordo che prevede la partecipazione della principale associazione di rappresentanza delle imprese del terziario del territorio all’interno del programma “Accelera con Amazon”, il percorso di formazione gratuito realizzato in collaborazione con Mip Politecnico di Milano Graduate School of Business e altri partner per accelerare la crescita e la digitalizzazione di oltre 10.000 piccole e medie imprese italiane (Pmi).

L’intesa tra Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza e Amazon ha l’obiettivo di supportare i giovani imprenditori del sistema Confcommercio in uno scenario in cui il web sta apportando cambiamenti profondi nella gestione delle attività di imprese e professionisti.

Secondo l’Osservatorio Innovazione Digitale nelle Pmi della School of management del Politecnico di Milano la pandemia ha accelerato il ricorso a e-commerce e altri servizi digitali da parte delle piccole e medie imprese: le Pmi che vendono attraverso canali digitali (soprattutto di terze parti) sono cresciute di oltre il 50% rispetto al periodo pre-Covid raggiungendo nuove fasce di clienti durante i periodi di chiusura forzata dei canali fisici e, di conseguenza, migliori performance economiche. Tuttavia, i dati dell’Osservatorio mostrano come in oltre 4 aziende su 10 le competenze siano ancora limitate o distribuite in maniera non omogenea tra il personale e si può parlare di approccio avanzato al digitale solo nel 9% dei casi. Da qui l’impegno assunto da Amazon per la loro digitalizzazione.

Il percorso avrà inizio il 22 e 23 novembre con un Bootcamp, un corso intensivo gratuito, progettato da Mip Politecnico di Milano e tenuto da Amazon in collaborazione con Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza, presso il Mip in modalità mista, in presenza e virtuale. Il Bootcamp sarà aperto a 100 giovani piccole e medie imprese e startup, con l’obiettivo di sviluppare e rafforzare le competenze necessarie a vendere online. I partecipanti apprenderanno i vantaggi della costruzione di un marchio online e dello sviluppo di strategie di vendita che li aiutino a distinguersi nel mondo digitale. Sarà possibile aderire al progetto sino ad esaurimento posti con priorità agli associati Confcommercio.

Amazon fornirà inoltre contenuti educativi su come avviare la propria attività su Amazon.it e su come aderire alla vetrina Made in Italy, creata nel 2015 da Amazon    e dedicata ai prodotti italiani che possono essere classificati come Made in Italy secondo le normative vigenti.  La selezione dei prodotti Made in Italy disponibili in tutti i negozi Amazon ha raggiunto quota 1 milione, e ad oggi sono più di 3.500 gli artigiani e le Pmi che vendono i propri prodotti al suo interno.

A completamento del percorso, a partire dal mese di dicembre, Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza grazie a Formaterziario-Alta Scuola di Formazione per le Imprese terrà quattro webinar per aiutare le imprese a ad innovarsi attraverso processi di trasformazione e implementazione delle strategie manageriali e commerciali. Ecco i temi affrontati nei webinar: “La composizione di un piano di web marketing”; “Vendita on line: l’integrazione con la vendita tradizionale”; “Lead & Community”; “L’esperienza del cliente online”. I mini corsi gratuiti saranno aperti a tutti previa iscrizione e, nel corso dell’evento, sarà possibile interagire con i relatori e approfondire i temi di maggior interesse. Per ricevere aggiornamenti circa il programma completo è possibile registrarsi a questo link https://sell.amazon.it/accelera-con-amazon/contattaci

“Il nostro gruppo Giovani imprenditori di Confcommercio ha due parole guida: formazione ed innovazione -dichiara il presidente del gruppo Giovani imprenditori di Confcommercio, Andrea Colzani e con questo percorso cerchiamo di mettere in campo entrambi, collaborando con partner di primo piano del mercato e del mondo dell’education. Tra il 2004 e il 2019, in Italia, i giovani lavoratori dipendenti sono diminuiti del 26,6%, i giovani indipendenti del 51,4%, una differenza enorme: basti pensare che negli ultimi dieci anni il nostro Paese ha perso qualcosa come 156mila imprese giovanili. Riteniamo fondamentale incoraggiare le giovani generazioni a confrontarsi senza timore con i complessi cambiamenti del mercato, rafforzandosi nelle competenze e nelle conoscenze.”

Crediamo che le Pmi siano il motore della ripresa economica, sia a livello nazionale che europeo”, afferma Xavier Flamand, vice president Eu seller services di Amazon. “Ecco perché il nostro sostegno alle piccole e medie imprese prevede investimenti consistenti: durante la pandemia abbiamo investito più di 2,8 miliardi di euro in Europa per formare le PMI e sviluppare servizi e strumenti per aumentare le loro vendite su Amazon. Supportare il tessuto imprenditoriale rappresenta un modo efficace per contribuire positivamente alla crescita delle comunità in cui operiamo”.

Nell’ultimo anno, le imprese italiane sono diventate sempre più consapevoli del ruolo dell’omnicanalità e delle vendite online per raggiungere più clienti .       E per supportare il business delle oltre 18.000 PMI italiane che vendono sul nostro sito e accompagnarle nel percorso di digitalizzazione,  nel 2020 abbiamo investito oltre 16 miliardi di euro nel mondo per aiutarle a incrementare le loro vendite e a offrire programmi di formazione, come Accelera con Amazon“, ha commentato Ilaria Zanelotti, marketplace director Amazon Italia. “Credo che questo accordo sia un ulteriore passo avanti nell’obiettivo di unire le forze con i vari attori  Istituzionali e del tessuto imprenditoriale italiano, al fine di rendere il canale digitale e le tecnologie annesse ancora più semplici e accessibili, aumentando così la competitività delle aziende del Bel paese nel mercato europeo e globale“.