• 04/12/2022

In crescita iscrizioni imprese lombarde (+0,5%) grazie a servizi, edilizia e società capitali

 In crescita iscrizioni imprese lombarde (+0,5%) grazie a servizi, edilizia e società capitali

Sono oltre 18mila le nuove iscrizioni nel 1° trimestre: si conferma prevalenza nuove società di capitali

Le informazioni tratte dalle anagrafi delle Camere di Commercio lombarde evidenziano nel primo trimestre 2022 un saldo positivo tra le imprese nuove iscritte (18.333) e le imprese che hanno cancellato la propria posizione (17.423), mentre normalmente i primi tre mesi dell’anno sono caratterizzati da un saldo negativo. La causa di tale anomalia è legata ai numeri ancora molto contenuti delle cessazioni, a seguito delle misure di sostegno messe in campo dalle istituzioni per arginare gli effetti della crisi scatenata dal Covid-19.

Le iscrizioni si sono invece riportate sui livelli precedenti all’emergenza sanitaria, consentendo al tessuto imprenditoriale regionale di portarsi a quota 817.563 posizioni attive, con una crescita su base annua pari al +0,5%.

L’incremento del numero di imprese attive è limitato alle sole società di capitali, che crescono quasi del 5%: si tratta di un processo strutturale esteso a tutto il territorio nazionale, ma che in Lombardia assume particolare rilevanza, data la percentuale molto più elevata rappresentata dalle società di capitale (34% del totale vs 25,8% italiano).

Le attività del terziario, escluso il commercio e i pubblici esercizi, sono alla base di gran parte della crescita registrata, con un incremento del +2,5% che consente a questo settore di arrivare a rappresentare il 37,6% del tessuto imprenditoriale lombardo. Tra gli altri comparti mostrano un segno positivo solo le costruzioni (+0,5%), che tornano a crescere dopo la battuta d’arresto registrata nel quarto trimestre 2021. Commercio (-1,3%) e alloggio e ristorazione (-0,2%) presentano variazioni negative, abbandonando i segni positivi evidenziati nei trimestri centrali del 2021, mentre industria (-1,3%) e agricoltura (-0,3%) proseguono il trend decrescente che li caratterizza da molti anni.

 “Nonostante le incertezze del contesto internazionale, che rischiano di influenzare negativamente la ripresa, il numero di nuove imprese in Lombardia è già tornato sui livelli precedenti alla pandemia – ha dichiarato il presidente di Unioncamere Lombardia Gian Domenico Auricchiogli imprenditori dimostrano quindi di avere fiducia nella affidabilità del sistema economico lombardo e sono pronti a mettersi in gioco per dare il loro contributo con lo sviluppo di nuove attività.”

Il report completo sulla demografia di impresa in Lombardia nel primo trimestre 2022 è scaricabile sul sito di Unioncamere Lombardia

Leggi anche