• 29/06/2022

Nasce l’Its meccatronica, il corso biennale post-diploma per le professioni del futuro

 Nasce l’Its meccatronica, il corso biennale post-diploma per le professioni del futuro

Un corso biennale post-diploma per diventare “Tecnico superiore per l’automazione e i sistemi meccatronici industriali”

L’Its della Meccatronica in provincia di Como è realtà. Fortemente voluto dal Gruppo Metalmeccanici di Confindustria Como e realizzato in collaborazione con Fondazione Its Lombardia Meccatronica insieme alla scuola polo Itis Magistri Cumacini, con il supporto dell’amministrazione provinciale di Como e con la condivisione dell’Ufficio scolastico territoriale di Como, il corso per diventare “Tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici industriali” partirà con l’avvio del prossimo anno scolastico.

Sono 17 le imprese metalmeccaniche del territorio che hanno già dato adesione formale per offrire tirocini, docenze e supporto, manifestando già la disponibilità di 50 posizioni aperte per i giovani che usciranno dal percorso di formazione che prevede 800 ore di tirocinio in azienda sul totale delle 2000 ore programmate nei 2 anni di corso.

La figura professionale che uscirà dal corso avrà competenze che consentiranno di operare per realizzare, integrare, controllare, programmare macchine e sistemi automatici destinati ai più diversi processi e settori in ambito industriale. A questo proposito, utilizzerà dispositivi di interfaccia tra le macchine controllate e gli apparati che le controllano, su cui interviene per la programmazione, il collaudo e la messa in servizio, documentando le soluzioni sviluppate; gestirà i sistemi di comando, di controllo e di regolazione; collaborerà con le strutture tecnologiche preposte alla progettazione, alla produzione e alla manutenzione dei dispositivi sui quali si troverà ad intervenire; oltre alle competenze tecniche fornirà nozioni sui principali aspetti economici, normativi e della sicurezza. Oltre all’Itis Magistri Cumacini di Como, scuola polo, collaboreranno al progetto mettendo a disposizione docenze e laboratori le scuole Jean Monnet di Mariano Comense, Da Vinci – Ripamonti di Como, Sant’Elia di Cantù, analogo ruolo giocheranno i Centri di Formazione Professionale Enfapi ed Enaip.

Esprime ampia soddisfazione Antonio Pozzi, vicepresidente di Confindustria Como con delega all’education: “Questa è un’occasione importantissima per il territorio comasco perché apriamo una possibilità ai ragazzi di entrare nel mondo del lavoro con una preparazione molto specifica e di alto livello. Si tratta della cosiddetta terza via, che si pone come opportunità dopo il diploma, tra il proseguimento degli studi all’università e l’ingresso immediato nel mondo del lavoro.  Un percorso importante che ha avuto successo nei paesi nordici e che permette di sopperire al problema della mancanza di figure professionali di alto livello nelle aziende. Ci auguriamo che i ragazzi sappiano cogliere questa opportunità perché offre una formazione di altissimo livello e posti di lavoro assicurati. L’importanza del progetto è data dal fatto che sono presenti tutte le istituzioni e i protagonisti della filiera formativa della provincia di Como che hanno aderito con entusiasmo. Confindustria Como anche in questo settore è molto contenta di poter offrire alle aziende del territorio uno strumento molto utile, un veicolo in più per avvicinare la scuola al mondo del lavoro”.

Anche Serena Costantini, consigliere di presidenza di Confindustria Como e presidente del Gruppo Metalmeccanici afferma: “Da tempo le aziende metalmeccaniche manifestano l’esigenza di figure tecniche di alto profilo per ambiti di lavoro sempre più evoluti e tecnologici. L’Its Meccatronica che prenderà avvio grazie al lavoro di squadra di una vera e propria filiera della formazione consentirà di colmare il mismatch e di offrire opportunità concrete di lavoro che consentono anche importanti percorsi di crescita. L’elemento novativo e distintivo, oltre alla formazione di livello, è il contatto con il mondo aziendale grazie all’elevato numero di ore che gli studenti trascorreranno nelle aziende che avranno così modo di conoscere e valutare le risorse che, nella maggior parte dei casi, inseriranno nella propria struttura. I dati parlano chiaro: il 95% dei diplomati ITS lombardi ha la certezza di trovare occupazione grazie anche alla co-progettazione con le aziende che permette di rispondere così a precisi fabbisogni professionali del territorio. Ringrazio anche i componenti del Gruppo Metalmeccanici di Confindustria Como che hanno collaborato con entusiasmo a questa iniziativa nella consapevolezza dell’importanza di un rapporto sempre più stretto con il mondo della scuola e della formazione a favore quindi non solo delle nostre aziende ma anche e soprattutto del territorio comasco”.

Raffaele Crippa, direttore della Fondazione Its Lombardia Meccatronica, è felice di collaborare per la realizzazione di questo ambizioso progetto. “La nostra Fondazione è punto di riferimento in Regione Lombardia per la realizzazione di percorsi post-diploma in ambito meccatronico, con le sue attuali cinque sedi territoriali nelle province di Milano, Bergamo, Brescia, Lecco e Pavia. Il nostro coinvolgimento anche sul territorio di Como, conferma l’interesse delle sue imprese verso figure altamente specializzate e in grado di gestire la complessità della “meccatronica digitale” introdotta dalla quarta rivoluzione industriale. Gli eccellenti dati occupazionali dei nostri diplomati testimoniano la bontà di questi percorsi complementari a quelli universitari, che vanno a completare e a rinforzare l’intera filiera formativa professionalizzante, a cui posso rivolgersi le aziende per assumere i tecnici del futuro”.

Laura Rebuzzini, dirigente scolastico dell’Itis Magistri Cumacini, a nome del corpo docenti, dichiara: “Sono onorata che la mia scuola sia stata individuata, per la provincia di Como, quale scuola polo sede territoriale della Fondazione ITS Lombardia Meccatronica. Credo fermamente nel progetto di rete che sta nascendo sul territorio, grazie all’impulso di Confindustria Como e alla collaborazione degli altri istituti scolastici secondari di secondo grado della provincia. Infatti, il corso ITS nell’area tecnologica, che verrà attivato, oltre a costituire un traino e una valorizzazione per tutta la filiera dell’istruzione secondaria tecnico-professionale, offrendo agli studenti uno sbocco naturale di formazione altamente qualificata, andrà ad arricchire e completare l’offerta formativa terziaria presente sul territorio di Como, in un ambito, come quello della meccatronica e dell’automazione, che è ormai trasversale e richiesto in tutti i settori tecnologici. Il Corso ITS per l’automazione ed i sistemi meccatronici industriali formerà dei “super-tecnici”, in possesso di “soft-skills” e di competenze integrate teorico-pratiche avanzate, acquisite con una modalità di apprendimento “on the job” e costruite su misura per le esigenze delle principali aziende del territorio che condividono il progetto di rete”.

Fiorenzo Bongiasca, presidente amministrazione provinciale di Como dichiara: “Tra le competenze lasciate dalla legge Delrio alle Province c’è l’Istruzione Pubblica, che comprende i servizi relativi all’istruzione pubblica, alla formazione professionale e all’edilizia scolastica, ma anche le Politiche del Lavoro. Il corso voluto dal Gruppo Metalmeccanici di Confindustria Como coniuga questi due mondi che, come ci dicono i dati, sono spesso ancora lontani. Se da un lato, infatti, abbiamo tanti ragazzi che faticano a trovare un’occupazione al termine del loro percorso di studi, dall’altro abbiamo aziende e imprese che ricercano – e non trovano – personale altamente specializzato. Grazie a questi corsi ITS, destinati proprio a giovani diplomati che desiderano migliorare le proprie competenze attraverso una metodologia di apprendimento applicativa, si vuole agevolare e massimizzare l’incontro tra questi due mondi, con evidenti benefici per tutto il nostro territorio. Abbiamo quindi accolto con favore l’iniziativa di Confindustria di portare anche a Como l’esperienza della Fondazione ITS Lombardia per la meccatronica e, in collaborazione con alcune nostre scuole superiori che si sono dimostrate interessate, tra cui proprio l’ITIS Magistri Cumacini, metteremo a disposizione aule e laboratori per la formazione di queste nuove figure lavorative particolarmente appetibili dalle aziende”.

Marco Bussetti, dirigente ufficio scolastico territoriale di Como, dichiara: “Il nuovo Istituto Tecnico Superiore di Meccatronica completa l’offerta formativa terziaria lombarda, e comasca in particolare. È un’opportunità di assoluto rilievo per i nostri ragazzi, perché fornirà loro elevate competenze tecniche e tecnologiche per rispondere alla crescente richiesta di innovazione delle piccole e medie imprese di Como e Provincia. Gli Its nascono da una progettazione condivisa e partecipata, espressione concreta dell’unione di politiche di istruzione, formazione e lavoro. Saluto dunque con entusiasmo l’esito di questa proficua collaborazione fra soggetti pubblici e privati del territorio, e mi auguro che anche gli studenti possano cogliere a pieno il valore di questa proposta formativa”.

Leggi anche