• 19/04/2024

Nuncas cura della bellezza sostenibile

 Nuncas cura della bellezza sostenibile

Rosy Cassata (dir. creativo), Luca Manzoni (AD), Carlotta Manzoni (dir.mkt), Aurelio Manzoni (sustainability mng.)

Nuncas, specializzata in prodotti per la cura della casa, entro la fine dell’anno raggiungerà il 50% di plastica riciclata per la realizzazione sostenibile dei flaconi

Nuncas, marchio italiano dalla storia centenaria che produce detergenti e prodotti per la cura della casa, entro la fine del 2023 raggiungerà la quota del 50 per cento di plastica riciclata per la realizzazione dei propri flaconi e si prefigge di arrivare al 100 per cento nel 2024, anticipando di fatto i target posti dall’UE relativi al contenuto di riciclato minimo negli imballaggi.

Un nuovo tassello che si inserisce in una filosofia e in una visione più ampia, come racconta Luca Manzoni, presidente e ceo di Nuncas in questa intervista.

Nuncas ha oltre cento anni di storia: come è nata l’azienda e qual è la vostra filosofia?

«Tutto è iniziato per iniziativa di Nunzio Cassata, nonno di mia moglie Rosy Cassata, nel 1920. Infatti, il nome dell’azienda è l’abbreviazione del suo nome e cognome. La prima attività fu quella di importare pellami dalle Americhe e commercializzarle ai fabbricanti di poltrone, divani, scarpe, borsette.

I pellami americani, a quel tempo, erano di qualità superiore a quelli prodotti in Italia. Nel 1935 circa, l’azienda cambiò settore di attività perché le sanzioni imposte dalla Società delle Nazioni all’Italia per la conquista dell’Etiopia portarono all’impossibilità di continuare a importare via mare dall’America. Quindi, facendo tesoro delle relazioni consolidate con fabbricanti di scarpe, divani e borsette, Nunzio Cassata inventò il primo prodotto per la cura e la lucidatura di scarpe e borsette bianche.

Già da questa prima idea si delineò quella che sarebbe poi stata la filosofia che ancora oggi guida l’azienda: creare prodotti di qualità per consumatori esigenti, che hanno gusto e amano aver cura delle cose belle che possiedono. Siamo una realtà rivolta a chi ama la cura della bellezza, intesa come quella intrinseca dell’artigianato made in Italy e del savoir faire italiano noto in tutto il mondo, quello che gli americani chiamano The Italian Art of Living, che è in sostanza la capacità di fare e quindi di circondarsi di cose belle e di alto valore, sia industriale che artigianale.

Mobili, tessuti, design, moda: i nostri prodotti servono a prendersi cura di tutto ciò che ha a che fare con il vivere e con “la casa” intesa, in senso lato, come “coperta magica” della propria vita, come luogo in cui si ricevono gli amici, si vive coi figli, con i nipoti, con gli affetti. Quindi la nostra mission è aver cura della bellezza, non semplicemente “delle cose”, perché nella cura della bellezza c’è un’elevazione diversa.

Riconosciamo il valore artistico e la qualità degli oggetti che ci circondano; quindi, studiamo molto i materiali e i supporti destinatari della nostra attenzione – che sia l’acciaio, il marmo, il tessuto, la lana – e formuliamo prodotti specifici pensati ad hoc non solo per lavare e pulire, ma anche per proteggere, curare, ripristinare».

LOMBARDIA ECONOMY - Nuncas cura della bellezza sostenibile

L’azienda è da sempre legata al made in Italy e anche alla Lombardia.

«L’azienda è nata a Milano e si è sviluppata nel corso della sua storia in diversi stabilimenti nei dintorni del capoluogo lombardo. Oggi abbiamo due sedi, quella amministrativa, commerciale e logistica è a Settimo Milanese, in provincia di Milano, in uno stabilimento inaugurato nel 2008 con quello che fu il primo impianto fotovoltaico aziendale in Lombardia, che garantisce ancora oggi la piena autosufficienza energetica all’intero edificio.

La produzione si trova invece a Mazzo di Rho, in provincia di Milano, in uno stabilimento che abbiamo recentemente ristrutturato completamente dal punto di vista industriale, rinnovando tutti i macchinari, gli impianti di produzione e di confezionamento sulla base dei criteri dell’Industria 4.0. Siamo un’azienda lombarda e abbiamo scelto di investire nel nostro territorio di origine».

Qual è il vostro impegno sui temi della sostenibilità?

«Abbiamo coscienza del fatto che, essendo un’industria chimica, abbiamo anche un dovere nei confronti dell’ambiente. Per questo sviluppiamo prodotti che abbiano il più basso impatto possibile. Siamo stati tra i primi, nel 2010, a lanciare una prima linea di detergenti con flaconi e tappi in plastica al 100 per cento riciclata: è la nostra Linea Vegetale, con flacone verde proprio perché inizialmente le plastiche riciclate erano di colore verde/grigio – oggi invece è possibile ottenere anche flaconi bianchi – e formule che contengono materie prime a minore impatto ambientale e di origine non fossile.

La linea ha anche ottenuto la certificazione EU Ecolabel nel 2022. Inoltre, tutta l’energia elettrica da noi consumata per la produzione deriva da fonti rinnovabili.

In fatto di sostenibilità e attenzione all’ambiente credo che la nostra azienda sia “in cammino”, e non ritengo che questo sia un vanto, ma piuttosto un dovere: è un percorso obbligato per le aziende chimiche e l’obiettivo è quello di fare sempre più e meglio per ridurre l’impatto».

LOMBARDIA ECONOMY - Nuncas cura della bellezza sostenibile
Luca Manzoni – Amministratore Delegato e Presidente

La vostra attenzione all’ambiente si traduce anche in prodotti innovativi e nuove formulazioni, ci può fare qualche esempio?

«Oggi proponiamo la chimica disaggregata, commercializzando cioè non detersivi, ma componenti. Si tratta di soluzioni così concentrate che bastano pochi ml di dosaggio per ogni lavaggio: questo riduce tantissimo l’impatto ambientale, con una tanica da 700 ml si possono fare fino a 75 lavaggi, con conseguente risparmio di acqua, di energia, riduzione degli sprechi.

Insieme al produttore di elettrodomestici Haier abbiamo lanciato WashPass, un servizio che, a fronte di un abbonamento mensile all inclusive, consente di ottenere a noleggio un ecosistema di lavaggio professionale a casa propria, incluso di detergenti specifici e sviluppati ad hoc. È solo l’ultimo traguardo ottenuto dal nostro team di Ricerca & Sviluppo interno, vero pilastro dell’azienda: più del 10 per cento della nostra forza lavoro dipendente è impiegato in laboratorio.

Lavoriamo anche a stretto contatto con i clienti per mettere a punto, insieme a loro, la soluzione per le varie esigenze, continuando a migliorare i prodotti esistenti. Quello che in termine tecnico si chiama downgrading, che consiste nel modificare una formula abbassandone il livello qualitativo per sostenere costi in crescita e rispondere alle crisi, per noi non esiste, andiamo esattamente nella direzione opposta: ogni anno analizziamo le nostre formule e cerchiamo di renderle ancora più efficaci».

Quali sono i progetti futuri?

«Abbiamo aperto il primo negozio monomarca a Milano e c’è la volontà di aprirne altri in Europa: saranno complementari alla presenza in GDO, retail e punti vendita specializzati e permetteranno ai consumatori di conoscere la gamma completa – abbiamo circa 200 referenze, ognuna con specificità uniche – e la filosofia di Nuncas. Siamo già presenti in Spagna, Francia e Belgio e stiamo lavorando per entrare in Germania, orgogliosi di essere un’azienda famigliare – alla quarta generazione – espressione del made in Italy in un settore dominato dalle grandi multinazionali».

Scopri di più su Nuncas

Leggi altro in primo piano

Cecilia Cantadore

Giornalista specializzata in tecnologia, business e innovazione

ADV

La ricerca di personale a portata di clic

Bakeca.it, tra i 100 siti più visitati in Italia, è la soluzione ideale per trovare nuovi collaboratori.
Ogni giorno migliaia di persone navigano tra gli annunci presenti nella sezione Offerte di Lavoro, garantendo contatti e curricula alle imprese che stanno facendo attività di recruiting.
Una serie di servizi per le aziende completano l’esperienza di ricerca, fornendo preziosi dati e insight.

Leggi anche