• 17/07/2024

Olimpiadi 2026, sfide per la Lombardia

 Olimpiadi 2026, sfide per la Lombardia

Lara Magoni al Lombardia Digital Summit

Opportunità e sfide delle Olimpiadi invernali 2026 per il territorio della Lombardia e i giovani: l’intervento di Lara Magoni al Lombardia Digital Summit

Le Olimpiadi invernali 2026 saranno una grandissima opportunità per la Lombardia e per le località coinvolte, Milano in primis, da molteplici punti di vista: l’evento si preannuncia volano di crescita ed evoluzione per i territori, per la loro promozione, per la crescita dei giovani, con l’evoluzione tecnologica come requisito indispensabile.

Nel cuore dei preparativi per l’evento, Lara Magoni, sottosegretario della Regione Lombardia con delega a Giovani e Sport, ha delineato un quadro affascinante delle opportunità e delle sfide che ci attendono nel contesto del Lombardia Digital Summit, organizzato il 5 febbraio nella sede regionale da The Innovation Group.

L’ex campionessa di scii alpino ha voluto sottolineare come tutti gli appuntamenti olimpici rappresentano un momento cruciale che va ben al di là del “semplice” evento sportivo, ricordando l’importanza di Lillehammer 1994 ma spingendosi anche più indietro, al 1974 della mitica “Valanga Azzurra”, e sottolineandone le ricadute positive sulla cultura e sul territorio, in particolare sugli investimenti sulle zone montane.

«Le Olimpiadi del ‘94 a Lillehammer – ha ricordato Magoni – rappresentarono un momento cruciale, dove l’innovazione tecnologica, in particolare grazie a IBM, offrì a noi atleti l’opportunità senza precedenti di comunicare e connetterci tra noi. Oggi, la comunicazione non ha più solo un aspetto di connessione, ma abbraccia anche dimensioni economiche, turistiche e sportive, sostenute da una tecnologia che evolve a un ritmo vertiginoso».

Magoni ha sottolineato l’importanza di cavalcare questa evoluzione in fretta e con determinazione, considerando il 2026 come una vetrina per la Lombardia.

«In qualità sia di figura legata allo sport che di sottosegretario, dico che bisogna lavorare bene e finalizzare i progetti digitali in campo», ha affermato. «Con pochi giorni di eventi, dobbiamo concentrarci sulla promozione e digitalizzazione, e dobbiamo farlo adesso. La forza dei giochi sarà determinata dal lavoro che stiamo svolgendo oggi; dobbiamo accelerare i tempi».

Le Olimpiadi del 2026 promettono numeri stratosferici in termini di impatto sul territorio e sulle infrastrutture: 5 le province interessate, 3.500 atleti provenienti da 93 nazioni, circa 30mila le persone coinvolte nell’organizzazione.

Magoni ha adottato sull’evento una visione sia sportiva e sociale (importante il tema dell’inclusione portato dalle Paralimpiadi) che economica: «Si tratta di un’opportunità non solo per gli atleti, ma anche per i giovani», ha sottolineato.

«Per la prima volta, il mondo sarà a Milano. Accoglieremo rappresentanti dai cinque continenti, di tutte le nazioni che nel capoluogo lombardo avranno ognuna una propria ‘Casa’, offrendo ai nostri figli l’opportunità di esplorare il mondo e anche potenzialmente di trovare opportunità lavorative internazionali».

Magoni ha anche evidenziato il ruolo catalizzatore che le Olimpiadi possono avere sull’innovazione tecnologica e sugli investimenti nei territori montani: «L’edizione del 1974, quella della Valanga Azzurra, fu non solo un simbolo di eccellenza sportiva, ma anche un propulsore di innovazione e di investimenti sul territorio.

É da quel momento che parte la grande evoluzione dei capi tecnici, delle tute da gara, dei materiali innovativi ma anche per esempio degli impianti di risalita e della crescita infrastrutturale delle località montane».

Le Olimpiadi, insomma, rappresentano un investimento sul futuro, soprattutto su quello dei giovani: «Se un evento così grande non è in grado di lasciare a terra opportunità per i nostri figli, abbiamo fallito», ha concluso Magoni.

Leggi altro su Opportunità di Business  – Fiere di Settore

Irene Canziani

Giornalista

ADV

La ricerca di personale a portata di clic

Bakeca.it, tra i 100 siti più visitati in Italia, è la soluzione ideale per trovare nuovi collaboratori.
Ogni giorno migliaia di persone navigano tra gli annunci presenti nella sezione Offerte di Lavoro, garantendo contatti e curricula alle imprese che stanno facendo attività di recruiting.
Una serie di servizi per le aziende completano l’esperienza di ricerca, fornendo preziosi dati e insight.

Leggi anche