• 19/04/2024

OPT avanguardia in Sanità

 OPT avanguardia in Sanità

OPT avanguardia nei servizi di consulenza sanitaria

Il mercato dei servizi di consulenza sanitaria è in netta crescita a livello globale, grazie alla transizione digitale che sta abbracciando l’intero settore della sanità.

La digitalizzazione sta accelerando in particolare l’espansione del mercato dei programmi di supporto al paziente (PSP). L’implementazione delle nuove tecnologie sta infatti favorendo lo sviluppo di nuovi sistemi di gestione e monitoraggio delle patologie, strutturati in un’ottica, sempre più condivisa, che pone il paziente al centro.

La centralità del paziente è uno degli obiettivi principali che dovrebbe perseguire il nostro servizio sanitario nazionale”, afferma Davide Lucano, amministratore delegato di OPT Spa, realtà all’avanguardia nel settore della consulenza e della formazione in ambito sanitario.

In oltre 20 anni di esperienza, la società ha collaborato con numerose aziende sanitarie pubbliche e private alla realizzazione di progetti ad alto valore aggiunto legati a differenti ambiti specialistici, oltre a lavorare quotidianamente a stretto contatto con medici, associazioni pazienti, istituzioni e realtà dell’industria farmaceutica mondiale. LombardiaEconomy ha approfondito l’argomento con dati del settore e dettagli sui servizi targati OPT, direttamente con Davide Lucano, amministratore delegato di OPT Spa.

Da oltre 20 anni OPT si occupa di offrire consulenza e supporto metodologico per la realizzazione di PDTA – Percorsi Diagnostico Terapeutico Assistenziali. In cosa consistono e quali vantaggi offrono?

 “Lo scopo principale dei PDTA è quello di garantire una presa in carico ottimale del paziente e aumentare l’efficacia delle cure, attraverso una pianificazione coordinata e personalizzata delle attività diagnostiche e terapeutiche.

La forza di OPT, nella realizzazione di questi percorsi, è il metodo basato sull’inclusività. Fin dall’inizio della progettazione, infatti, è importante coinvolgere tutti gli stakeholder del progetto: non solo i medici e le istituzioni, ma anche le associazioni pazienti per dare voce alle persone che vengono prese in cura.

OPT ha sviluppato diverse piattaforme tecnologiche per supportare i clinici nella valutazione e nella discussione di casi complessi, che hanno portato a un efficientamento dei processi e a un miglioramento nelle cure del paziente. Grazie a tali supporti, infatti, i clinici coinvolti possono confrontarsi e monitorare gli output clinici per fornire un livello superiore di assistenza”.

Grazie alla digitalizzazione del settore sanitario i servizi di consulenza sanitaria e i programmi di supporto al paziente stanno crescendo esponenzialmente. Il mercato dei servizi di consulenza sanitaria quanto vale oggi? Quali sono i servizi più richiesti e di quali tecnologie si avvalgono?

“Abbiamo dati sul valore del mercato globale e si stima che quest’anno possa superare i 28 miliardi di dollari. Tra i servizi più richiesti è presente la consulenza medica virtuale, il monitoraggio da remoto dei pazienti e il supporto psicologico. Questi servizi sono stati resi possibili grazie alla rivoluzione tecnologica che ha permesso di sviluppare App mobili, piattaforme web e dispositivi sanitari.

L’obiettivo principale di questi servizi è quello di incrementare l’aderenza ai percorsi assistenziali, migliorare la qualità della vita dei pazienti e alleviare il carico di lavoro delle strutture sanitarie. Alcuni esempi realizzati sono il Programma di supporto al paziente (PSP) dedicato ai pazienti affetti da fibrillazione atriale e i PSP dedicati ai pazienti oncologici per supportarli dal punto di vista nutrizionale”.

LOMBARDIA ECONOMY - OPT avanguardia in Sanità

Come si declinano i PSP dedicati ai pazienti con patologie croniche? In che modo possono migliorare il monitoraggio e l’efficacia delle cure con l’impiego dell’intelligenza artificiale, sempre restando entro i limiti delle normative vigenti?

“L’intelligenza artificiale può migliorare il monitoraggio e l’efficacia delle cure, attraverso l’analisi dei dati clinici che consente di identificare trend, predire complicanze e ottimizzare le terapie. Attraverso lo studio approfondito dei dati dei pazienti, l’IA consente di personalizzare i servizi di supporto in base alle loro esigenze specifiche.

Permette inoltre di individuare segnali precoci di deterioramento della salute o il rischio di eventi avversi, in modo tale da poter intervenire preventivamente e migliorare l’esito clinico complessivo.

Nell’utilizzo di questo sistema però, è essenziale garantire il rispetto di rigorosi standard di sicurezza e privacy, oltre a conformarsi ai principi etici e normativi applicabili per la tutela del paziente. È necessario quindi adottare protocolli di sicurezza robusti, informare e richiedere il consenso da parte del paziente, al fine di proteggere i dati sensibili”.

La sanità 4.0 ha come obiettivo il ritorno del paziente al centro. In che modo le nuove tecnologie possono accelerare tale processo? Quali le soluzioni OPT?

“Le piattaforme digitali, come i Patient Support Program (PSP), sono parte integrante della filosofia di OPT che da sempre mira a porre il paziente al centro.

Queste piattaforme, come quella sviluppata per la gestione della psoriasi, offrono ai pazienti la possibilità di accedere ai propri dati clinici, monitorare la propria salute e interagire con professionisti sanitari, per ricevere supporto personalizzato da remoto.

L’obiettivo di tali soluzioni innovative è quello di migliorare l’esperienza del paziente, supportandolo ed educandolo nella gestione della patologia per ottimizzare i risultati clinici e garantire un beneficio in termini di qualità di vita”.

L’analisi dei dati digitali provenienti dal mondo health è preziosa sia per la salute dei pazienti sia per le organizzazioni sanitarie. Quali sono i principali vantaggi che si possono ottenere attualmente?

“L’analisi dei dati provenienti dal settore sanitario può aiutare nella personalizzazione delle cure, nella prevenzione e nella diagnosi precoce e nella gestione delle malattie con un efficientamento dell’intero sistema. Inoltre le organizzazioni sanitarie possono incrementare il grado di efficienza grazie a una ottimizzazione della gestione delle risorse e a una conseguente riduzione dei costi operativi”.

Sono tanti i vantaggi dell’impiego dell’intelligenza artificiale nel comparto sanitario, tuttavia non mancano le sfide. Quali sono le criticità che intravvede e quali le possibili soluzioni?

“L’impiego dell’intelligenza artificiale (IA) nel settore sanitario può offrire, come abbiamo detto poc’anzi, una diagnosi più precisa, il miglioramento della gestione dei dati sanitari e la personalizzazione delle cure.

Tuttavia sappiamo che questo impiego può fa sorgere alcune problematiche: l’IA potrebbe interpretare i dati in modo non ottimale o generare risultati errati, se non adeguatamente addestrata o se basata su dati incompleti o distorti. Per ovviare a questo deficit e alla disumanizzazione totale della terapia occorre avere banche dati precisi e puntuali e prevedere sempre un controllo da parte di uno specialista.

Inoltre, a livello etico, l’utilizzo dei dati sanitari sensibili solleva preoccupazioni riguardo alla privacy dei pazienti. Infine, ma non per minor importanza, esiste una disparità di accesso alla tecnologia nelle regioni e nelle strutture, nonché una scarsa conoscenza delle tecnologie più avanzate.

A tal proposito, sarebbe necessaria una vera e propria rivoluzione digitale, per garantire parità di accesso alle tecnologie in tutte le strutture e corsi di aggiornamento per tutti i clinici”.

OMBARDIA ECONOMY - OPT avanguardia in Sanità
Davide Lucano – Amministratore delegato OPT Spa

Leggi altro su Storie di Copertina – Settori Economici

Beatrice Elerdini

Giornalista, SEO Copywriter, Autrice tv e web e consulente di comunicazione

ADV

La ricerca di personale a portata di clic

Bakeca.it, tra i 100 siti più visitati in Italia, è la soluzione ideale per trovare nuovi collaboratori.
Ogni giorno migliaia di persone navigano tra gli annunci presenti nella sezione Offerte di Lavoro, garantendo contatti e curricula alle imprese che stanno facendo attività di recruiting.
Una serie di servizi per le aziende completano l’esperienza di ricerca, fornendo preziosi dati e insight.

Leggi anche