• 23/05/2022

Prezzi immobili nell’area metropolitana di Milano: mercato in crescita

 Prezzi immobili nell’area metropolitana di Milano: mercato in crescita

Tra i comuni San Donato, Cernusco, Arese, Basiglio, Cusano Milanino, Magenta, Sesto Marelli

Sono risultati in crescita i prezzi del mercato immobiliare nell’area metropolitana di Milano. Tra i comuni San Donato con 3.850 euro al mq prezzo massimo in centro per il nuovo, Cernusco con 3.800 euro al mq, Arese con 3.600 euro al mq, Basiglio con 3.600 euro al mq, Cusano Milanino e Magenta con 3.550 euro al mq, Sesto Marelli con 3.250 euro al mq. Emerge dalla “Rilevazione dei prezzi degli Immobili della Città Metropolitana di Milano” sul secondo semestre 2021, realizzata dalla Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, attraverso una Commissione di rilevazione composta dalle principali associazioni di categoria e ordini professionali del settore: Fimaa Milano Lodi Monza e Brianza (Confcommercio Milano), Assimpredil Ance, Fiaip Milano, Anama Milano (Confesercenti) e Isivi (valutatori immobiliari).

Ha commentato Beatrice Zanolini consigliera di Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Ancora una volta possiamo affermare che il territorio di Milano e l’area metropolitana in generale risulta apprezzato e scelto per la qualità della vita percepita, dimostrando tra l’altro di rispondere alle caratteristiche e ai trend dell’abitare che sono risultati premianti nel post pandemia. La domanda di prodotto in aumento e il valore degli immobili che cresce soprattutto per gli edifici recenti, spesso soggetti ad interventi di riqualificazione incentivata, sono indici di un mercato appetibile sia per chi compra casa per viverci sia per chi acquista come investimento. Ricercata in particolare la presenza di servizi, la comodità dei mezzi pubblici e dei collegamenti, la disponibilità di aree verdi e di un ambiente naturale fruibile per una vita sana”

Flavio Bassanini, vicepresidente vicario Fimaa Milano, Lodi, Monza e Brianza ha commentato: “Per quanto concerne il mercato immobiliare residenziale della Città Metropolitana, il secondo semestre 2021 ha visto un aumento graduale del numero delle transazioni, almeno sino all’autunno. La quarta ondata di Covid ha rallentato i contatti e le visite agli immobili e, di conseguenza, ha diminuito il numero delle trattative, sia per le locazioni che per le compravendite. I prezzi sono rimasti mediamente stabili e le tipologie più richieste sono ancora quelle evidenziate nel primo semestre: superfici più ampie e migliore gestione degli spazi interni. Vale a dire almeno una stanza in più oltre a giardini e terrazzi. In ogni caso il secondo semestre 2021 si è chiuso positivamente, a differenza di come, purtroppo, si sta prospettando per l’inizio di questo 2022 condizionato fortemente dalla grave situazione internazionale”.

Milano città. In media valgono 5.898 euro al mq gli immobili nuovi a Milano al secondo semestre 2021 e crescono di 1,1% rispetto a 5.836 euro al mq, valore del primo semestre. Era di 5.210 il dato pre Covid a fine 2019, con una crescita del 13,2% del prezzo medio degli immobili nuovi milanesi in due anni. In particolare, a fine 2021, in centro i prezzi medi sono di 10.367 euro al mq, nel settore nord di 4.548 euro al mq, nel settore est di 4.932 euro al mq, nel settore sud di 4.283 euro al mq,  nel settore ovest di 5.361  euro al mq.

Area metropolitana di Milano, settore nord. I valori massimi si registrano ad Arese con 3.600 euro al mq in centro per il nuovo o ristrutturato, a fronte di 2.850 euro al mq in periferia. Segue Cusano Milanino con 3.550 euro al mq di prezzo massimo in centro. Poi Bresso con un massimo di 3.250 euro al mq. Poi ci sono Novate con valori massimi di 3.000 euro al mq, Cormano con prezzi massimi di 2.850 euro al mq, Paderno con 2.650, Bollate con 2.600, Garbagnate con 2.450, Baranzate con 2.450, Cesate con 2.300, Senago con 2.200 e Solaro con 2.150. Tra i comuni in crescita per variazione del prezzo massimo in sei mesi c’è Bollate con + 4%, ci sono Cesate, Baranzate e Solaro con +2%, Bresso con + 1,6%. Nel settore nord ovest in particolare, troviamo Legnano con 3.150, +1,6%, Rho con 2.950, +1,7%, Pero e Lainate con 2.500, stabili. A Sesto San Giovanni la zona più cara è Sesto Marelli con 3.250 prezzo massimo per il nuovo, + 4,8%, seguita da Rondò con 3.100, + 3,3%. A Cinisello i prezzi sono stabili con 3 mila euro al mq in centro per il nuovo. Nel nord est a Cologno Monzese i prezzi massimi del nuovo toccano i 2.950 euro al mq, stabili.
Area metropolitana di Milano, settore est. I valori massimi si registrano a Cernusco con 3.800 euro al mq in centro per il nuovo o ristrutturato, +1,3% in sei mesi. Segue Melzo con 3.200 euro al mq di prezzo massimo in centro, stabile. Poi arriva Segrate con un massimo di 3.050 euro al mq, +3,4%. Poi c’è Gorgonzola con 2.700 euro a mq, stabile. Poi ci sono Cassina De Pecchi con 3.300 euro al mq, stabile, Bussero con valori massimi di 2.750 mila euro al mq, stabile. Poi c’è Carugate con 2.650, stabile. Intorno ai 2.500 ci sono Vignate, Pessano con Bornago, Cassano d’Adda.

Area metropolitana di Milano, settore ovest. I valori massimi si registrano a Settimo Milanese con 3.050 euro al mq in centro per il nuovo o ristrutturato, stabile in sei mesi. Poi c’è Magenta, con 2.550, stabile. Segue Cornaredo con 2.500 euro al mq di prezzo massimo in centro, +6,4%. Poi Cusago con 2.450, +11,4%. Segue Bareggio con 2.250, stabile.

Area metropolitana di Milano, settore sud est. I valori massimi si registrano a San Donato con 3.850 euro al mq in centro per il nuovo o ristrutturato, -1,3% in sei mesi. Poi arriva Melegnano con 3.200 euro al mq in centro per il nuovo o ristrutturato, stabile in sei mesi. Poi c’è Opera con 2.750, +3,8%. Segue San Giuliano con 2.600 euro al mq di prezzo massimo in centro, +4%.

Area metropolitana di Milano, settore sud ovest. I valori massimi si registrano a Basiglio con 3.600 euro al mq in centro per il nuovo o ristrutturato, +12,5% in sei mesi. Assago con 3.250 euro al mq in centro per il nuovo o ristrutturato, +1,6% in sei mesi. Poi ci sono Buccinasco con 3.150, +3,3%, Corsico con 3.000, + 3,45%. Cesano Boscone con 2.850, +1,8%, Tra i centri dell’area ci sono anche Trezzano con 2.450, +6,5%, Rozzano con  2.750, -1,8%, Gaggiano con 2.350, stabile.

Leggi anche