• 28/11/2021

Riparte il turismo in provincia di Brescia: l’analisi di Federalberghi

 Riparte il turismo in provincia di Brescia: l’analisi di Federalberghi

Dati in forte crescita rispetto al 2020, ma ancora inferiori rispetto al 2019 di qualche punto percentuale    

Così si possono riassumere i dati della stagione estiva 2021 delle strutture ricettive in provincia di Brescia presentati da Federalberghi Brescia dopo un’analisi condotta sulle proprie imprese associate.

“Su entrambi i laghi – ha detto il presidente Paolo Rossi – abbiamo avuto una stagione estiva migliore rispetto a quella dell’anno scorso, con un incremento che ci ha fatto riguadagnare fiducia, ma che deve tenere conto che il 2020 ha rappresentato un anno drammatico per il settore. Inoltre, il confronto con il 2019 è negativo, a dimostrazione che il percorso da compiere per tornare alla normalità è ancora lungo. Le problematiche si manifestano anche per la ricerca del personale: continuiamo a riscontare una difficoltà estrema a trovarne in ogni settore”.

“Per quanto riguarda la città – ha aggiunto il vicepresidente vicario Alessandro Fantini – le presenze hanno mostrato una crescita sul 2020, ma non siamo ancora tornati al livello del 2019: pesa soprattutto una ripresa limitata sul turismo business. L’anno prossimo sarà fondamentale anche in preparazione di un appuntamento come Capitale della cultura che potrebbe rappresentare un vero lancio del nostro capoluogo come attrazione anche turistica”.

“Senza dubbio – ha concluso Graziano Pennacchio, vicepresidente di Federalberghi Brescia e amministratore delegato di Bresciatourism – le difficoltà che il comparto della montagna si è trovato di fronte dopo il lockdown non sono scomparse, anzi, le ripercussioni della pandemia sono ancora pesanti. Abbiamo un forte bisogno di affrontare una stagione invernale il più possibile normale dopo che l’anno scorso non abbiamo lavorato”.

Dati tecnici conferenza

dati turismo 101021

Sintesi dati 17 novembre 2021