• 23/05/2022

Wiz si aggiudica il primo premio dell’Open innovation di Pulsee

 Wiz si aggiudica il primo premio dell’Open innovation di Pulsee

L’evento finale si è tenuto presso l’innovativo spazio eventi dello Swiss Corner di Milano

Si è concluso, dopo l’hackathon finale e con l’evento di premiazione, Pulsee Play For Future 2021, il programma di Open Innovation lanciato nel 2021 da Axpo Italia con il suo brand Pulsee, brand di luce e gas 100% digitale, per raccogliere e selezionare le migliori idee e progetti per rispondere con innovazione e consapevolezza alle nuove sfide del nostro Pianeta.

Il programma, che si è esteso per tutto il 2021 sviluppandosi su tre diverse call for ideas, era rivolto a tutti gli innovatori – da giovani talenti a studenti universitari, da sviluppatori ad appassionati di tecnologia – chiamati a trovare una risposta concreta alla necessità di nuovi servizi e soluzioni per aiutare ad acquisire maggiore consapevolezza dei consumi energetici e della responsabilità collettiva in relazione agli stili di vita, ai nuovi modi di lavorare e vivere la quotidianità.

Nella fase finale del progetto sono stati coinvolti i nove team finalisti, tre per ognuna delle challenge: Green & Digital, New Normal e Lifestyle&Passion. Sul gradino più alto del podio il team della startup 4spark.it con l’idea Wiz, un innovativo progetto che è riuscito ad aggiudicarsi il primo premio dal valore di 5 mila euro e un corso di formazione di Impactscool su tematiche legate all’innovazione e sulle competenze del futuro. Ad aggiudicarsi il secondo e il terzo posto con premi rispettivamente dal valore di 3mila euro e 2mila euro sono state Senex con il progetto Nipoti in affitto e Blaster Foundryche sfrutta le logiche di gamification.

Una menzione speciale è stata inoltre riconosciuta dalla giuria al termine delle valutazioni, ai giovanissimi studenti dell’Itis Enrico Fermi di Roma che hanno presentato il progetto Pulsee Extention. A loro è stato attribuito un ulteriore premio in denaro di 2mila euro e un corso di formazione per perfezionare la loro preparazione nel post diploma, sempre finanziato daImpactscool.

I progetti premiati:

 1° classificato – Wiz

Un dispositivo che, analizzando l’impronta energetica di ogni elettrodomestico collegato alla rete elettrica dell’immobile, suddivide il consumo di energia secondo categorie di apparecchi. Pulsee e gli utenti potranno così avere una visione chiara dei propri consumi e dello stato di salute dei propri elettrodomestici, senza l’aggiunta di ulteriori sensori satellite.

2° classificato – Senex

Un servizio di formazione e supporto digitale on demand per over 60 erogato dai “Nipoti in affitto”. Disegnato per essere di facile accesso per la popolazione senior e adattabile a varie città grazie alla piattaforma proprietaria di intelligenza artificiale e-Senex.

3° classificato – Blaster Foundry

Sfruttare i videogiochi e le loro capacità intrinseche di “gamification” per avvicinare i brand alla generazione Z. Questi i principi d’ispirazione della game marketing company che sviluppa soluzioni digitali innovative come gli advergame per creare software adatti all’analisi dei dati e alla gestione di campagne marketing per aziende.

 A valutare i lavori arrivati allo step finale di Pulsee Play For Future e che si sono avvicendati durante una pitch battle con presentazioni di 3 minuti ciascuna, una giuria composta dal management di Pulsee, da giornalisti esperti di innovazione e dagli ambassador del progetto che, durante le diverse fasi, hanno assistito e supportato tutte le realtà candidate tramite sessioni di mentorship: Enrica Arena, co-fondatrice di Orange Fiber, startup che unisce la sostenibilità al fashion creando tessuti sostenibili dagli scarti degli agrumi; Chris Richmond, fondatore di MyGrants, startup Edu-Tech che aiuta i migranti nel loro processo di inserimento e Cristina Pozzi, fondatrice di Impactscool, la prima impresa italiana di ricerca e formazione che lavora sulla creazione di una maggiore consapevolezza sugli impatti delle tecnologie emergenti nella società.

All’evento finale, che si è tenuto presso l’innovativo spazio eventi dello Swiss Corner di Milano e a cui è intervenuto Antonio Perdichizzi, director di Opinno Italy società di consulenza per l’innovazione globale che ha curato l’intero progetto Pulsee Play For Future, ha preso parte in qualità di Keynote Speaker anche Enrico Deluchi, general manager di Polihub che ha presentato un approfondimento sul valore della startup economy in Italia e nei principali Paesi Europei, soffermandosi sulle principali sfide che oggi una startup deve affrontare e sulle grandi opportunità in fatto di possibile nascita di nuove imprese che i cambiamenti climatici e l’urgenza di sostenibilità di persone e imprese, portano con sé.

Siamo molto orgogliosi di annunciare i tre vincitori di questa edizione (2021/22) del nostro programma di Open Innovation, ma credo sia giusto ringraziare tutte le oltre cento realtà che in questo percorso hanno presentato le loro idee dandoci stimoli e motivazioni dal valore inestimabile. Ci impegniamo ogni giorno a migliorare e semplificare la gestione dell’energia dei nostri clienti e abbiamo l’ambizione di affiancare a questo servizi che ne migliorino gli stili di vita. Pulsee Play For Future rappresenta un tassello importante della nostra crescita, per continuare ad innovare e portare sul mercato strumenti e soluzioni in linea con le esigenze dei consumatori e dei loro nuovi bisogni. Viviamo l’esigenza di dialogare con un nuovo paradigma di consumatore e solo dalle giovani generazioni possiamo imparare a perfezionare quell’evoluzione di cui il settore dell’energia ha grande bisogno. Su questi presupposti Pulsee continuerà ad investire in innovazione sostenibile da portare nelle case dei cittadini italiani. I giovani e le startup sono per noi attori fondamentali per accelerare la modernizzazione del nostro settore” ha commentato Alicia Lubrani, chief marketing officer di Axpo Italia cui Pulsee appartiene.

Pulsee, che già tre anni fa, all’atto di inaugurazione del brand, aveva lanciato un servizio unico nel mercato delle utilities energetiche, ovvero il cost sharing della bolletta integrando i servizi della startup SplittyPay selezionata tramite un hackathon, si prepara ad essere ancora una volta pioniera di innovazione per il settore.

Leggi anche