• 04/12/2022

Fondazione Patrimonio Ca’ Granda, dalla terra le risorse per il bene di tutti

 Fondazione Patrimonio Ca’ Granda, dalla terra le risorse per il bene di tutti

La sua missione è sostenere la ricerca scientifica, traendo le risorse dalla gestione dal patrimonio rurale pubblico più grande d’Italia

È nata nel 2015, su iniziativa del Policlinico di Milano, per gestire e valorizzare il patrimonio donato fin dal 1456 da Papi, nobili e imprenditori alla Ca’ Granda, come veniva affettuosamente chiamato l’antico Ospedale Maggiore della città, la “grande casa” dei milanesi: 8.500 ettari di terreni agricoli, 100 cascine, un’abbazia del 1200, tre antiche chiese, quattordici oratori cinquecenteschi e persino un monumento naturale. Un prezioso patrimonio agricolo, storico ed anche ambientale: ben 6.600 ettari sono riconosciuti aree protette e rappresentano un indispensabile serbatoio di biodiversità che si estende dal Ticino all’Adda.

Ad oggi, dopo pochi anni di attività, sono state già deliberate erogazioni al Policlinico per 4,2 milioni di euro che hanno permesso di realizzare importanti progetti sociali: nuovi laboratori per la ricerca scientifica (700 mila euro); nuovo centro informatico per l’elaborazione big data (700 mila euro); 15 grant per ricercatori (2,2 milioni euro). E poi progetti legati all’umanizzazione delle cure: nuovi ambulatori per bambini ipoacustici; family room in terapia intensiva pediatrica; nuove sale parto all’avanguardia (100mila euro). Sono stati inoltre finanziati gli interventi di restauro del seicentesco Archivio Storico (520 mila euro).

Un risultato considerevole vista la difficile situazione immobiliare ereditata nel 2015: cascine ammalorate, contratti scaduti con canoni deprezzati, centinaia di difformità catastali e urbanistiche, coperture in amianto da bonificare. Per realizzare la propria missione e portare risorse al bene comune bisogna ovviamente produrre risultati economici, ma la nostra attività non è mai stata guidata dal profitto. Il piano di risanamento avviato ha infatti mantenuto fin dall’inizio un triplice obiettivo di valorizzazione: immobiliare, ma anche naturale e culturale.

Rispondendo con responsabilità a quanto richiede la nostra Costituzione ai proprietari fondiari: garantire un uso razionale della terra finalizzato all’instaurazione di equi rapporti sociali. A partire dal fatto che la Fondazione, concedendo la terra in affitto anziché condurla direttamente, garantisce a decine di aziende agricole fondi rustici con terreni fertili e di grandi dimensioni: un sostegno concreto a un sistema rurale che valorizza l’attività imprenditoriale locale. Tutte le nostre attività hanno un unico obiettivo: tutelare e valorizzare la preziosa eredità ricevuta, per tramandarla, migliorata, alle future generazioni. Da qui abbiamo sviluppato diversi progetti di valorizzazione, raccogliendo € 1,7 milioni da bandi di enti privati e pubblici, tra cui: la Rete Ecologica Ca’ Granda, che connette gli habitat naturali a sud di Milano preservandone la biodiversità minacciata dall’urbanizzazione, a partire da Morimondo, dove abbiamo realizzato 15 km di corridoi ecologici con 5.000 nuove piante, e a Milano Sud, dove stiamo realizzando un habitat naturale di 40.000 mq; l’Oasi Ca’ Granda, un sistema di valorizzazione turistica con la creazione di un’offerta di itinerari, agriturismi, esperienze outdoor ed eventi aperti a tutti; l’Accademia Ca’ Granda, un progetto di formazione gratuita per aiutare gratuitamente gli agricoltori nella transizione ecologica e tecnologica. Infine la creazione del marchio alimentare Ca’ Granda per riso, latte e presto lo yogurt, concesso in licenza d’uso ai nostri affittuari: nel 2021, sono state acquistate nei soli negozi Esselunga di Milano oltre 600mila confezioni di Latte Bio Ca’ Granda e più di 21mila di Riso Carnaroli Ca’ Granda.

Tutto questo garantisce alla Fondazione le risorse per continuare a contribuire al bene comune, attraverso la cura del patrimonio che, come ci ricorda l’etimologia della parola, è un paterno (patris) compito (munus).

CHI SIAMO

Siamo una Fondazione senza scopo di lucro nata per sostenere la ricerca scientifica della Ca’ Granda, il Policlinico di Milano, che ci ha affidato il suo patrimonio, frutto di 6 secoli di donazioni.

MISSIONECurare la terra per curare le persone: da sei secoli il patrimonio
della Ca’ Granda è destinato alla stessa missione
PATRIMONIOPapi, nobili e imprenditori: i 48 grandi benefattori che in 6 secoli hanno donato alla Ca’ Granda il più grande patrimonio rurale d’Italia.
STRATEGIA DI SVILUPPODisponiamo di preziose risorse che curiamo responsabilmente
per conservare e aumentare il loro valore nel tempo.

COSA FACCIAMO

Valorizziamo il più grande patrimonio rurale d’Italia attraverso una gestione innovativa che integra agricoltura, natura e cultura.

agricolturaProprietà Agricole Ca’ GrandaI nostri poderi vengono concessi in affitto
ad aziende agricole che beneficiano di terreni fertili di grande estensione
Accademia

Ca’ Granda

Corsi di formazione gratuiti per migliorare
la sostenibilità ambientale ed economica
delle aziende agricole
NATURARete Ecologica

Ca’ Granda

Dal Ticino all’Adda, un grande ecosistema
a difesa della biodiversità
Qualità Suoli

Ca’ Granda

Un programma di difesa del suolo basato
sulla conoscenza scientifica dei terreni.
CULTURAOasi

Ca’ Granda

La prima oasi rurale d’Italia a pochi passi da Milano: esperienze uniche, in una natura ricca di bellezza e storia
Prodotti

Ca’ Granda

Riso e Latte Bio Ca’ Granda: buoni per l’uomo,
per l’ambiente … e per la ricerca!
Premio Fotografico

Ca’ Granda

Un premio per valorizzare la bellezza
delle campagne e il talento di giovani fotografi

VALORE CREATO

Dal 2015 sosteniamo progetti di grande impatto sociale, grazie ai risultati economici garantiti ogni anno dalla gestione del patrimonio.

IMPATTO SOCIALEDal 2015 sosteniamo i progetti del Policlinico di Milano per migliorare concretamente la vita delle persone: ricerca, salute e cultura.
RISULTATI ECONOMICIGarantiamo ogni anno nuove risorse che rendono possibili importanti progetti sociali, attraverso una gestione sostenibile nel tempo.
RISANAMENTO IMMOBILIAREStiamo completando un’impegnativa operazione di recupero del patrimonio che nel corso del tempo si era fortemente ammalorato.

NUMERI CHIAVE

CAPITALE ECONOMICO617 milioni di euro
CAPITALE AGRICOLO8.400 ettari, 100 cascine (6,5% SAU provincie di Milano e Lodi)
CAPITALE NATURALE6.608 ettari aree protette – 87K. ton/anno Co2 sequestrata
(=65k auto)
CAPITALE CULTURALE1 abbazia, 3 chiese, 14 oratori, 1 monumento naturale –
500 km itinerari
CAPITALE UMANO24 collaboratori, 50% donne, 40 età media, 75% laureati,
81% soddisfatti
RISULTATO ECONOMICO5,6 mio ricavi (6% CAGR 2015-20); 1,1 mio utile netto (20%)
RISULTATO SOCIALE4,2 mio erogazioni deliberate in 5 anni per ricerca,
cultura e umanizzazione
RISULTATO IMMOBILIAREregolarizzazione difformità catastale e urbanistica di 2.000 u.i

regolarizzazione valore canoni (+100%)

regolarizzazione mancate manutenzioni obbligatorie (30 mio opere)

Per approfondimenti:

www.fondazionepatrimoniocagranda.it

Leggi anche